Chiara Curione vive a Gioia del Colle, scrive racconti e romanzi e organizza laboratori di lettura e di scrittura per ragazzi.

La sartoria di Matilde” è il suo primo romanzo pubblicato nel 2000 da Firenze Libri, dopo la partecipazione al premio letterario L’autore. In seguito il romanzo è stato accolto nel catalogo Danae che promuove gli autori esordienti.

Grazie alla collaborazione con il laboratorio di lettura della biblioteca di Gioia del Colle, nel 2005, l’autrice ha pubblicato il libro di fiabe storiche “le Imprese di Federico II” con Edizioni Pugliesi. Il testo, che comprende racconti su Federico II e la sua discendenza, in particolare su Manfredi e su Bianca Lancia, si compone di elementi storici, fantastici e leggendari, è stato adottato come libro di narrativa e per progetti di lettura nelle scuole elementari e medie, in alcuni casi traendone delle rappresentazioni teatrali. Per il libro è stato realizzato un servizio al tg3 dal giornalista Enzo Quarto. Successivamente, in seguito alla partecipazione al Festival del libro di Torremaggiore, l’autrice ha ricevuto l’intervista dal tg3.

Nel 2008 con Besa ha pubblicato “Un eroe dalla parte sbagliata“, romanzo storico sul brigantaggio che narra le vicende del famoso capobanda pugliese “Il sergente Romano”, ex sergente dell’esercito borbonico, che diventa brigante temuto dai ricchi e amato dai poveri, un idealista che rinuncia all’amore e combatte per riportare sul trono il re Francesco II, dopo l’unità d’Italia. Il romanzo, con la prefazione del professor Giancane, è adatto sia per un pubblico di giovani sia per gli adulti è stato adottato come testo di narrativa e sono stati realizzati numerosi progetti di lettura. A Gioia del Colle, nell’ambito dei progetti Pon della scuola media, è stata presentata al teatro Rossini una piccola riduzione teatrale tratta dal romanzo. Per questo libro l’autrice ha ricevuto l’intervista al tg5 da Gallucci, nell’ambito della rubrica “La lettura”. Il giornalista e scrittore Pino Aprile la cita nel suo libro “Terroni”. In seguito partecipa a convegni sul brigantaggio, al festival itinerante della letteratura “Spiagge d’autore” e al Lector in Fabula di Conversano.

Nel 2012 pubblica la saga familiare “Una ricetta per la felicità” edita da Negroamaro (ultimo marchio Besa) con prefazione del giornalista e scrittore Pino Aprile. Il testo si sviluppa dai primi del Novecento fino ai giorni nostri ed ha come fulcro un diario ricettario. Il romanzo è stato presentato al salone del libro di Torino, al festival di Polignano “Il libro possibile”, a Bisceglie “Libri nel Borgo Antico”, al Women’s Fiction Festival di Matera e in alcuni licei. Nel 2014 il libro è alla seconda edizione.

Nel 2012 il romanzo “La sartoria di Matilde” viene pubblicato con una nuova edizione in e-book dalla casa editrice Edizioni Esordienti.

Nel 2014 l’autrice è tra i vincitori del premio letterario per il romanzo storico indetto da Edizioni Esordienti con “Il tramonto delle aquile”. Il romanzo, che ha come protagonista re Manfredi di Svevia, viene pubblicato lo stesso anno con la prefazione della professoressa Maria Forina.  Il libro è stato presentato nell’ambito degli eventi di Inchiostro di Puglia, grazie all’associazione Nova Apulia nel castello di Gioia del Colle, sempre per Nova Apulia nel castello di Trani, al circolo Pivot di Castellana, inoltre è stato presentato a Cellamare ai ragazzi della scuola media Ronchi, a Bari per i ragazzi della San Giovanni Bosco, e alla scuola media Tommaso Fiore di Bari. L’autrice con questo libro ha partecipato al Letterando in Fest di Sciacca.

Nel 2016 viene pubblicata l’opera teatrale “Giuseppe e Maria” dalla EEE-Edizioni Esordienti.

Nel 2017, con “Il tramonto delle aquile” concorre al premio letterario nazionale Nicola Zingarelli IX edizione 2016, vincendo il premio speciale della giuria. Sempre nello stesso anno presenta il romanzo al Festival del Libro Possibile di Polignano.